Iniziammo sin dal 1987 con la Bianchina. La fondazione fu realizzata coi notabili FIAT AUTO S.p.A. ora FCA, proprietaria del Marchio. Di esso ci ha concesso la Licenza d’uso e conseguentemente manteniamo, con FCA e con i suoi funzionari, privilegiati rapporti di aggiornamento ed informazione.
 Menù
 Home page
 - Calendario attività
 - Forum Autobianchi
 - Storia
 - Veicoli costruiti
 - Registro storico
 - Servizi
 - Iscrizione
 - Servizi per i veicoli
 - Statuto
 - Quotazioni
 - Album d'onore
 - Autobianchi News
 - Rassegna Stampa
 - Newsletter ASI
 - Modulistica ASI
 - Il legale risponde
 - Link
 - Servizio Ricambi
 - Compro-Vendo
 - FAQ
 - Autobianchi e Sport
 - Informazioni
 - Avviso
 Fotografie
 - Manifestazioni
 - Soci
 - Varie
 - Sezione di modello
   Bianchina
 Internazionale

- FAQ .

(Frequently Asked Questions: risposte alle domande più frequenti)

Domanda
Iniziando ad ispezionare la mia Bianchina Panoramica per programmare tutti gli interventi da eseguire, mi sono accorto che il numero di telaio riportato sul libretto corrisponde al numero segnato nella targhetta di alluminio sotto il cofano anteriore (vicino al serbatoio), ma il numero
riportato nella carrozzeria, vicino alla targhetta di alluminio, è in parte illeggibile poichè attaccato dalla ruggine.
Finora non ho provato a "grattare" la ruggine però il timore è quello di rimanere con un "buco".
Quali difficoltà mi si potrebbero presentare se il numero di telaio impresso nella carrozzeria non fosse più leggibile? E' davvero importante questo numero?

Risposta
Il numero di telaio è parte integrante dei dati della sua vettura quindi è indispensabile che sia leggibile per poter dimostrare la rispondenza dei dati con quelli dei documenti di circolazione, nel suo caso le consiglio di usare cautela e di cercare di rendere visibili i numeri del suo telaio.In questo caso, se necessario, sarà poi possibile richiedere in caso di collaudo la ripunzonatura dei medesimi.


Domanda
Vorrei restaurare la vecchia Bianchina Panoramica del 1963 che apparteneva a mio padre, ma, prima di fare l'investimento, vorrei capire se una volta restaurata potrò girare liberamente per le strade.
L'automobile è stata radiata d'ufficio (credo) negli anni settanta, però conservo ancora targhe e libretto originali. Cercando informazioni per poter rimettere in strada l'automobile, mi è stato riferito che potrei reimmatricolare la macchina utilizzando le vecchie targhe però, così facendo, sarei obbligato ad utilizzarla solo nei raduni di auto storiche.
Si tratta di un'informazione corretta? Esiste un modo per poter utilizzare l'auto al di fuori dei raduni di auto storiche?
Personalmente sarei intenzionato a restaurare l'auto mantenendo la vecchia targa e il vecchio libretto, ma l'idea di dover usare l'auto solo nei raduni mi scoraggia dall'intraprendere un restauro che, a detta degli esperti, risulta abbastanza oneroso.

Risposta
Se lei possiede ancora tutto non dovrebbero esserci problemi per mantenere le vecchie targhe ed in ogni caso quando un'auto e' stata reimmatricolata può circolare secondo le norme del codice della strada e quelle diramate di volta in volta dagli enti locali, cioè non esistono limiti per un'auto con le vecchie targhe rispetto ad un'altra che possiede targhe nuove.
Perciò l'auto, se reimmatricolata, può essere usata anche al di fuori dei raduni per auto storiche, nel rispetto delle regole generali fissate dal comune o regione che si sta attraversando.


Domanda
Vorrei una stima del valore di mercato di una Y10 FIRE LX 3p 587 - 89

Risposta
E' piuttosto difficile fare una stima della sua auto al buio in quanto la sua valutazione può cambiare secondo le condizioni in cui si trova.
Se volesse farci sapere qualcosa in più per poterle rispondere in modo più preciso non esiti a farlo.

Domanda
Salve, desidero conoscere, se possibile, quanti esemplari immatricolati di Autobianchi Y10 1050cc turbo. Inoltre gradirei conoscere il valore, quale auto di interesse storico, della suddetta autovettura.

Risposta
Attualmente è difficile risalire al numero di Y10 Turbo immatricolate nelle diverse versioni.Sicuramente il loro numero era esiguo all'epoca e lo è ancora di più oggi.
Per quanto riguarda la loro valutazione dipende molto dalle condizioni della vettura stessa e dalla versione di y10 turbo(Martini,normale).
Una stima approssimativa è di circa 1000 euro molto variabile dalle condizioni.

Domanda
come reperire il libretto di uso e manutenzione della Autobianchi Y10 Fire i.e. LX, automobile che ho da poco acquistato usata ma davvero in ottime condizioni. Sapreste indicarmi a chi rivolgermi?

Risposta
L
e fornisco i dati di uno specialista in libretti uso e manutenzione che dovrebbe essere in grado di aiutarla. Si chiama Franco Luperini telefono 337 719500 oppure www.manualiauto.com oppure l' e mail luperini@manualiauto.com .

Domanda
Salve, vorrei sapere se occorre pagare qualcosa per la targa smaltata, o se basta l'iscrizione al solo registro per poterla avere.

Risposta
Il Registro Autobianchi realizza, su richiesta del socio, una prestigiosa targa smaltata del Registro Autobianchi che porterà impresso il numero esclusivo, il modello e l'anno di costruzione della vettura del socio. La targa è molto elegante e, se apposta sulla parte anteriore dell'auto, la valorizza notevolmente testimoniando la volontà del suo possessore a volerla conservare inalterata nel tempo. Il costo di euro 32,00 viene corrisposto in contrassegno alla consegna postale, tutto compreso (importo valido alle attuali tariffe postali). Per la consegna della targa a volte occorre un po' di tempo essendo necessario mettere in lavorazione più esemplari contemporaneamente. La realizzazione della targa e' riservata ai soci in regola con il versamento della quota sociale i quali abbiano anche presentato tutta la documentazione necessaria che consiste in: il modulo d'iscrizione della vettura compilato due foto della vettura ¾ anteriore lato guida e ¾ posteriore lato opposto fotocopia del libretto di circolazione fotocopia del foglio complementare o certificato di proprietà La prenotazione della targa può avvenire: - durante la prima iscrizione associativa crocettando l'apposito riquadro sulla scheda d'iscrizione della vettura al Registro Autobianchi - successivamente, inviando una richiesta scritta al Registro Autobianchi Casella Postale 33 Poste Orbassano - 10043 ORBASSANO (TO) o una e-mail a: registro@autobianchi.org

Domanda
Vorrei sapere se la mia A112 Junior del 1982 può diventare d'epoca

Risposta

Sono “d'epoca”, secondo un temine comune, le autovetture di particolare interesse storico e collezionistico stabilite dalle leggi dello Stato Italiano. Lo sono tutte le auto che hanno compiuto i 30 anni di eta' e quelle di eta' compresa tra i 20 e i 30 anni che siano state individuate come tali dall' Automotoclub Storico Italiano secondo una propria determinazione, in virtù di incarico a esso affidatogli dallo Stato italiano. La determinazione dell'ASI, per le vetture tra i 20 e i 30 anni, avviene attraverso l'emissione dell'attestato di “storicità o datazione”, eseguita su richiesta di un suo associato. Perciò, nel suo caso, per poter definire già oggi “d'epoca” la sua A112 Junior, lei deve inoltrare al Registro Autobianchi richiesta di emissione dell'attestato ASI di “storicità o datazione”, dopo aver espletato le formalità di iscrizione associativa al Registro Autobianchi e all'ASI.

Domanda
Possiedo una Autobianchi A112 LX del 1984 e desideravo sapere se i requisiti del mio veicolo mi permettono di usufruire dei vantaggi quali l'esenzione dalla tassa di proprietà e polizza assicurativa RCA ridotta

Risposta
Per accedere a polizze assicurative riservate alle auto di interesse storico l'auto deve avere raggiunto i vent'anni ed essere iscritta almeno al Registro Autobianchi. Ad iscrizione avvenuta il Registro Autobianchi puo' rilasciare, su richiesta del socio, un'attestazione che, se presentata ad alcune compagnie assicuratrici, consente di ottenere le particolari condizioni di polizza con copertura a costi molto ridotti. Per quanto riguarda la tassa di proprieta' , essa e' variabile da regione a regione italiana, ma e' consigliabile, soprattutto nel caso la vettura abbia tra 20 e 30 anni, iscriversi all "ASI ( Automotoclub Storico Italiano) tramite il Registro Autobianchi e richiedere poi l'attestato di storicita' riservato e gratuitamente rilasciato ai soci ASI. L'attestato di storicita' consente anche altre facilitazioni, come la possibilita' di un sensibile risparmio in caso di passaggio di proprieta' o la possibilita' di non dover viaggiare di giorno a fari accesi. Riporto qui di seguito quanto diramato dall "ASI al riguardo: Attestato di storicità: Documento che consente di ottenere il trattamento previsto dagli art. 60 del Codice della Strada e 215 del suo regolamento, l'esenzione dal pagamento della tassa di possesso si sensi dell'art. 5 del DL 30/12/82 convertito in Legge 28/2/83 n. 53 e successive modifiche, nonché il particolare trattamento assicurativo (se richiesto dalle Compagnie di Assicurazioni) e per le pratiche di sdoganamento .Viene rilasciato anche ad probationem ai sensi dell'art. 63 commi 2 e 3 della Legge 342/2000 a tutti i veicoli costruiti da oltre venti anni purchè dotati di: a.. carrozzeria e/o telaistica conforme all'originale; b.. motore del tipo montato in origine dal costruttore o compatibile; c.. interni/selleria decorosi. Percio' anche la sua vettura, raggiunti i vent'anni, avra' la possibilita' di usufruire di queste facilitazioni a condizione di avere i requisiti sopra elencati.

Domanda
vorrei conoscere le modalità per il rinnovo della tessera ASI per l'anno 2004.

Risposta
Per il rinnovo ASI 2004 devi fare un versamento di euro 46,00 sul c.c. postale n. 12253373 intestato a "Associazione Registro Autobianchi" (senza mettere neppure l'indirizzo del Registro: non serve). Scrivi invece sul bollettino i tuoi dati (nome - cognome - tuo indirizzo) e, nello spazio della causale, scrivi "quota ASI anno 2004" piu' "nato il ........(scrivi la data)......." poiche' l'ASI richiede da quest'anno la data di nascita (che potrebbe non essere presente nel nostro archivio) per evitare confusioni per omonimie. Fatto il versamento, invia un fax al numero 011 9034987 in modo da poter iniziare subito ad avviare la pratica senza dover attendere i tempi di recapito delle poste (pari a circa un mese).

Domanda
Posso montare sulla mia A112 preumatici di misure diverse da quelle scritte sulla carta di circolazione?

Risposta
sono spiacente di comunicarLe che le misure di pneumatici per l'autovettura in oggetto sono quelle prescritte sulla carta di circolazione e che ogni altra misura è soggetta a sanzioni del Codice della Strada perchè “fuori legge”.

Domanda
Possiedo una Autobianchi Y 10 1.3 i.e. del 1993 che desidero lanciare nel mondo del tuning . Qualche modifica l'ho già apportata ma vorrei far di meglio. Vorrei avere informazioni su come omologare ruote più grandi di quelle che monta e parafanghi allargati. La motorizzazione di Roma mi ha chiesto il nulla osta della casa costruttrice,come faccio ad ottenerlo. Spero possiate aiutarmi.

Risposta sono spiacente di comunicarLe che le misure di pneumatici per l'autovettura in oggetto sono quelle prescritte sulla carta di circolazione e che ogni altra misura è soggetta a sanzioni del Codice della Strada perchè fuori legge. Le ricordo che le misure previste per il modello Y10 sono: 135 R13 69S oppure 155/70 R13 72S oppure 155/70 R13 75H per la versione turbo.

Domanda
Vorrei avere lo schema del motore della autovettura Autobianchi A112 Abarth 70 HP o, se non fosse possibile, almeno avere informazione tecniche della suddetta auto e cortesemente sapere se il radiatore dell'olio motore è di serie.

Risposta
Il radiatore dell'olio è di serie su tutti i modelli Abarth . Per quanto riguarda gli spaccati del motore, essi fanno parte della documentazione in nostro possesso. Si tratta però di un servizio riservato agli associati. Per ogni informazione sulle attività del Registro e sulle modalità di iscrizione può rivolgersi alla segreteria del Registro al tel. 011 9015204

Domanda
prossimamente acquisterò un automobile Autobianchi A112 del 1977. Oltre ad essere interessato all'iscrizione al Vostro registro storico  vi domando se e che procedura dovrò seguire per poter ottenere l'iscrizione ASI

Risposta Tutti gli associati al Registro Autobianchi possono anche iscriversi all'ASI versando al primo la quota associativa che l'ASI stabilisce annualmente. Ci pensera' il Registro Autobianchi allo svolgimento della pratica per il socio.
Dopo essersi associati all'ASI e' possibile ottenere l'omologazione ASI della propria vettura (certificato di identità) o l'attestato di “storicità” anche denominato “di datazione”.

Domanda Possiedo una BIANCHINA CABRIOLET del 1963. Vorrei sapere se devo montare le cinture di sicurezza e se devo pagare la tassa di proprietà

Risposta

Le cinture di sicurezza vanno montate ove esistano i punti di ancoraggio previsti dalla casa costruttrice che non sono previsti sul suo tipo di vettura.Pertanto Lei è esentato dal montaggio.
Per quanto riguarda la tassa di possesso, avendo la sua vettura superato i 30 anni di vita, la deve pagare solo se circola. Gli importi sono variabili da regione e regione italiana.
Sul nostro sito internet è pubblicato un recente aggiornamento riguardante tutte le regioni, all'interno della sezione dedicata alle notizie ASI.

Domanda
Tutti gli anni al momento di rinnovare l'assicurazione della mia A112 del 1974 (iscritta presso il Registro Autobianchi ) con la mia compagnia di assicurazioni,  mi viene richiesta l'iscrizione della vettura.
Come socio del Registro e dell' ASI non ho in mano nessun tipo di documento che attesti l'avvenuta iscrizione ma soltanto la tessera di socio , per cui tutte le volte devo discutere per far valere la mia buona fede. E' possibile avere 1 copia della registrazione della mia vettura?

Risposta
Il Registro Autobianchi invia gratuitamente , al socio in regola con la quota associativa che ne faccia espressa richiesta, la “dichiarazione di originalità” della vettura che ne contiene le caratteristiche principali e il numero di iscrizione nello schedario apposito.
Ovviamente, per ottenere la “dichiarazione di originalità” da parte del Registro Autobianchi , occorre che il socio abbia presentato tutta la documentazione prescritta che consiste in:
- scheda d'iscrizione compilata e firmata;
- fotografia dell'auto ¾ anteriore (no polaroid – no stampa a computer);
- fotografia dell'auto ¾ posteriore (no polaroid – no stampa a computer);
- fotocopia completa del libretto di circolazione;
- fotocopia del foglio complementare o del certificato di proprietà.
La “dichiarazione di originalità” del Registro Autobianchi , quando presentata assieme alla tessera sociale valida per il periodo assicurativo, consente di accedere alle polizze storiche esistenti presso molte compagnie assicuratrici e dà la tranquillità che la polizza è stipulata in presenza dei requisiti di solito richiesti dalle Compagnie come condizione indispensabile.
Nel caso suo, essendo anche socio ASI , Le consigliamo di richiedere in aggiunta l'attestato di storicità emesso dall' ASI , riconosciuto da tutti e previsto dalle vigenti leggi. La pratica può essere svolta attraverso il Registro Autobianchi e non ha nessun costo per lei come socio. Per averlo, dopo aver presentato i documenti (lo stampato apposito compilato, 3 foto, copia del libretto e foglio complementare) , occorrono circa 2 mesi.

Domanda
Volendo comprare una Y10 4x4 del 1989 da aggiungere alla mia collezione posso usufruire delle agevolazioni  per  il passaggio di proprieta'  e per l'assicurazione pur non avendo l'auto in questione 20 anni ?

Risposta
Purtroppo la risposta alla domanda e' negativa: le agevolazioni per il passaggio di proprieta' sono previste dalle attuali leggi che prevedono il compimento del ventesimo anno dalla costruzione e la presentazione dell'attestato di datazione e storicita' ASI. Anche per l'assicurazione RC, non abbiamo notizia, per ora, di compagnie che propongano polizze a costo ridotto per vetture di 15 anni d'eta'.

 

Registro Autobianchi
Casella Postale 33 Poste Orbassano - 10043 Orbassano (Torino) Italy
Telefono: +39.011.901.52.04 FAX: +39.011.903.49.87
E-mail: registro@autobianchi.org