Questo forum utilizza cookies
Questo forum utilizza i cookies per immagazzinare informazioni sulla vostra registrazione. I Cookies sono piccoli documenti registrati sul vostro computer. Cookies su questo forum tengono traccia di alcune informazioni. Prego confermare se accettate o rifiutate queste condizioni di utilizzo.

Un Cookie sara registrato nel vostro browser. Non vi verra piu chiesta ulteriore conferma utilizzando il bottone riportato di seguito.

- Si prega di leggere il regolamento del forum del Registro Autobianchi.
- Per visualizzare i punteggi degli iscritti cliccare qui, oppure consultare il profilo individuale di ogni autore di discussioni.
NOTA: DOPO AVER FATTO IL LOGIN TOCCA CON IL MOUSE I LOGHI DELLE AUTOBIANCHI CHE VEDI IN ALTO: APPARIRANNO TUTTI I MESSAGGI DEL FORUM

Hello World!
This is a sample NewPoints plugin that displays this message on all pages. As you can see, it works just like MyBB plugins do.

Rispondi 
 
Valutazione discussione:
  • 0 voti - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
La Y10 Turbo nelle corse
03-05-2012, 22:20
Messaggio: #11
RE: La Y10 Turbo nelle corse
(02-05-2012 23:49)Brama1 Ha scritto:  Si il 1050 era propio un bel motorino anche nella versione meno spinta, anche io ho avuto il piacere di provarlo sulla 127 top (e stata la mia prima macchina nel lontano 85), sono riuscito per caso a trovare questa foto.
La y 10 turbo purtroppo non sono mai riuscito a provarla e mi sarebbe piaciuto vedere la differenza che c'era fra i due modelli, ovviamente la differenza con il 127 70hp.

Cmq la 127 top di cavalli ne aveva 20 in meno... in ogni caso tra le due 127 (per averle guidate entrambe) la differenza che più saltava all'occhio era che la 50Hp, in apparenza, avesse lo stesso "tiro" della 70....però mentre la prima, tirandola, aveva un brusco calo di potenza tanto che la salita di giri sembrava interrompersi, la 70, invece, sembrava non volesse mai smettere di fermarsi e continuava a salire fino al limite dello sfarfallamento! Non per niente aveva la zona rossa a 6800 giri... se avesse avuto una quinta marcia appena un po' più lunga della quarta sono convinto che non avrebbe faticato a raggiungere i 170 orari!
Visita il sito web di questo utente Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
04-05-2012, 22:30
Messaggio: #12
RE: La Y10 Turbo nelle corse
Concordo pienamente con quello che dici Francesco, infatti non volevo paragonare la 127 top con la sport, lo so benissimo che ha 20 cavalli in meno, dicevo che a quello che ricordo era un motore brillante nonostante i suoi solo 50 hp.
Diciamolo piano, ma tra il 1050 a carburatori da 50hp e i 50hp del 1108 ad iniezione, c e una notevole differenza di brillantezza, non so se la pensi come me, ma su cilindrate relativamente piccole w i carburatori per divertirsi. Icon_razz

scusate finito Icon_offtopic

Il mio primo veicolo sportivo, la Bici Edoardo Bianchi da corsa del 1976.Icon_rotfl
autobianchi A112 elite del 1984 perche non solo la 500 ha il tetto panoramico Icon_hand
Alfa Romeo 33 1.7 QV del 1987 perche.....non so perche!!!!
autobianchi Y10 1.1 ie LX del 1992 la prima utilitaria di lusso
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
04-05-2012, 23:41
Messaggio: #13
RE: La Y10 Turbo nelle corse
Concordo! Per un fatto squisitamente tecnico il carburatore sulle piccole cilindrate rende i motori più nervosi nel funzionamento! E il rendimento, per altro, è migliore agli alti regimi... cmq il 1050 Brasile è veramente un motore particolare (peraltro derivato dal 1118 della 128 con la testata diversa e girata di 180°) che sulla 127 dava il meglio di se, complice il peso relativamente basso, ai regimi medio bassi; l'ho guidata spesso da giovane (era l'auto di un frate cappuccino che, per problemi di vista, non poteva guidare per cui spesso gli facevo da autista) e, una volta, ho fatto un viaggio Napoli - Andria e ritorno nella stessa giornata e quella piccola bomba non ha fatto una piega mantenendo una media intorno alla velocità di codice (130-140) nonostante il vistoso calo di spinta appena dopo il regime di potenza! Sulla Sport (che ho avuto il piacere di possedere per oltre 11 anni) che montava valvole maggiorate, fasatura più spinta, carburatore doppio corpo collettore 4-2-1 e scarico sportivo quelle qualità ai regimi medio bassi erano solo di poco attenuate grazie sempre al peso basso e al carburatore maggiorato ma veniva esaltato il funzionamento agli alti regimi grazie al maggior riempimento dato dalle valvole maggiorate e all'incrocio spinto della fasatura; a mio avviso un motore, a questo punto, equilibrato ed esaltante a tutti i regimi! Oso immaginare quei 15 Cavalli in più della Y10 Turbo cosa dovevano sembrare!!!!
Visita il sito web di questo utente Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
08-05-2012, 00:05
Messaggio: #14
RE: La Y10 Turbo nelle corse
Il Fire è sicuramente un ottimo motore, ma è un peccato che il suo avvento abbia poi effettivamente fatto tramontare il motore brasiliano, che è sicuramente uno dei più riusciti. Non a caso tutte le versioni pepate di 127 e Y10 montavano questo motore...!! Icon_clap

[Immagine: file0244.jpg]
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
28-04-2016, 20:31
Messaggio: #15
RE: La Y10 Turbo nelle corse
Interessante discussione. Quel "tale" Chardonnet, tanto "tale" non era. Era il famoso importatore delle Lancia, Maserati e Autobianchi in Francia. Grande personaggio, fece correre le Stratos della sua scuderia nel mondiale Rally. Il fatto che uno come lui abbia avuto interesse per la Y 10 turbo, è prima di tutto un grande onore fatto alla piccola Autobianchi, e poi un riconoscimento del potenziale della Y 10 turbo.
Sarebbe come dire che Luigi Chinetti avesse fatto correre una A 112 Abarth con i colori della sua scuderia, non so se mi spiego.....
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
29-04-2016, 11:26
Messaggio: #16
RE: La Y10 Turbo nelle corse
(28-04-2016 20:31)Dareus Ha scritto:  Interessante discussione. Quel "tale" Chardonnet, tanto "tale" non era. Era il famoso importatore delle Lancia, Maserati e Autobianchi in Francia. Grande personaggio, fece correre le Stratos della sua scuderia nel mondiale Rally. Il fatto che uno come lui abbia avuto interesse per la Y 10 turbo, è prima di tutto un grande onore fatto alla piccola Autobianchi, e poi un riconoscimento del potenziale della Y 10 turbo.
Sarebbe come dire che Luigi Chinetti avesse fatto correre una A 112 Abarth con i colori della sua scuderia, non so se mi spiego.....

e qui bisognerebbe aprire un capitolo a parte riguardo Chardonnet, le sue opere e le sue Autobianchi...........A112 e Y10Icon_spocht2
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
29-04-2016, 11:52
Messaggio: #17
RE: La Y10 Turbo nelle corse
Diciamo la verità: André Chardonnet era più noto come importatore Lancia che Autobianchi.
In ordine di importanza agonistica va detto che Bernard Darniche vinse due titoli europei rally piloti (1976 e 1977) con la Lancia Stratos color bleu France della scuderia Chardonnet, oltre a vari rally del Mondiale.
Sull'eco delle vittorie, il marketing Fiat chiamò Lancia le Autobianchi Y 10 per il mercato francese, proprio per il successo che Chardonnet aveva avuto nei rally con le Lancia. Però la stessa persona che vendeva le Lancia, smistava sul suolo francese pure le Autobianchi, che erano altrettanto conosciute. Quindi perché cambiare il marchio??? Misteri del marketing, ha ragione Enrico Fumia!
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
Rispondi 


Vai al forum:


Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)