Questo forum utilizza cookies
Questo forum utilizza i cookies per immagazzinare informazioni sulla vostra registrazione. I Cookies sono piccoli documenti registrati sul vostro computer. Cookies su questo forum tengono traccia di alcune informazioni. Prego confermare se accettate o rifiutate queste condizioni di utilizzo.

Un Cookie sara registrato nel vostro browser. Non vi verra piu chiesta ulteriore conferma utilizzando il bottone riportato di seguito.

- Si prega di leggere il regolamento del forum del Registro Autobianchi.
- Per visualizzare i punteggi degli iscritti cliccare qui, oppure consultare il profilo individuale di ogni autore di discussioni.
NOTA: DOPO AVER FATTO IL LOGIN TOCCA CON IL MOUSE I LOGHI DELLE AUTOBIANCHI CHE VEDI IN ALTO: APPARIRANNO TUTTI I MESSAGGI DEL FORUM

Hello World!
This is a sample NewPoints plugin that displays this message on all pages. As you can see, it works just like MyBB plugins do.

Rispondi 
 
Valutazione discussione:
  • 0 voti - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
L'eredità
24-01-2012, 18:12
Messaggio: #1
L'eredità
Era l'inverno del 2000 quando mia nonna decise di dar via la sua Panda 750: dell'88, con appena 26.000 km, ma con enormi problemi di meccanica sorti tutti in un colpo. Io ero piccolo e non mi avevano spiegato nel dettaglio le cause, ricordo solo che quando la ritirava in garage io mettevo sotto al motore una enorme bacinella, per raccogliere durante la notte TUTTO l'olio contenuto nel motore, che l'indomani avremmo dovuto riversare dentro per poter nuovamente partire.
A Gennaio 2001 si decise a venderla, e dopo diverse 500 e la Panda, decise di rimanere nel Gruppo ma spostandosi sulla Lancia: prese così una Y 1200 elefantino blu.
[Immagine: immagine007z.jpg]
Ancora prima di ritirarla, mandò me e papà a comprarle i coprisedili, che portammo alla concessionaria affinchè li montassero ancor prima di targarla. Ricorderò sempre quando andammo a prenderla, il 19 gennaio 2001, io lei e mio padre. Appena salita, "uh nononono, è troppo grossa!! Oh guarda, ha pure la quinta marcia, va troppo forte, mi riprendo la Panda!"...
Di portarla in officina per i controlli non se ne preoccupava: "tanto non la uso mai, che bisogno vuoi che ci sia?". Allora, a forza di stressarla spiegandole che l'olio invecchia anche a star lì fermo, una volta all'anno la portavamo in Lancia per il tagliando. Già normalmente, pur facendoci meno di mille chilometri all'anno, la lavava tutta a mano ogni due uscite che facevaIcon_svengo una volta insaponandola col bagnoschiuma Pino silvestre, un'altra col sapone al muschio bianco... Icon_lol
Quando però a giugno era ora di portarla in officina, mi "sequestrava" un intero pomeriggio, e mentre lei sferruzzava seduta in giardino sotto all'ombrellone, dava direttive:"Lì, quel tubo nero, c'è del grasso sopra... là, pulisci un po' quel coso che poi il meccanico trova sporco e ci faccio una figuraccia!" Non sia mai!! Icon_lolIcon_biggrin
[Immagine: immagine094tf.jpg]
[Immagine: immagine097a.jpg]
Con la fatica che mi faceva fare a lustrarla come voleva lei poi, quando pioveva non la usava se non in caso di estrema necessità, perché le spiaceva rovinare il mio lavoroIcon_lol
(preciso che di sotto non l'ho mai pulita, così era e così è restata!)
[Immagine: immagine104.jpg]

[Immagine: pa110168.jpg]

Ha fatto poca strada, ma quella poca l'abbiamo fatta quasi tutta insieme. Pochi anni fa decidemmo di raggiungere mia zia al mare a Borghetto, 30 km da Savona, circa 200 da casa. Nonna aveva messo l'ultima volta ruota sull'autostrada con l'850 quando la Torino-Savona era ancora a carreggiata unica (fine anni Settanta) ma nonostante ciò e gli ormai 83 anni era decisa: "Sarà l'ultima volta che guiderò fin qui, ma finché me la sento voglio farlo". Tutto andò benissimo, e fu grande!
Ultimamente guidava meno, ma continuava, e se prima la teneva bene per l'istinto della sua generazione di far durare e rispettare le cose (che condivido), ora continuava a farlo dicendo che pochi mesi dopo io avrei preso la patente, e se non gliel'avessero più rinnovata, l'avrei portata io in giro con la sua macchina.
Purtroppo è stato quel che è stato, Mariuccia non c'è più, la sua Y è rimasta. Tantissimi mi han detto di venderla, visto che di macchine ne ho già tante, che quella è una macchina comune e di poco valore... Io sono convinto che trovarne una in queste condizioni non sia facile, e avendo la giusta pazienza, quando sarà passato il tempo necessario anche questa potrà avere un minimo valore storico. Ma soprattutto, ha già per me un altro grande valore.
Avrà mai, fra trent'anni, una dignità da auto storica?

Autobianchi è una firma Lancia
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
24-01-2012, 20:30
Messaggio: #2
RE: L'eredità
la dignità d'auto di interesse storico e collezionistico ce l'avrà anche prima, ma molto prima Icon_clap
specie il modello elefantino Icon_spocht2
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
24-01-2012, 20:59
Messaggio: #3
RE: L'eredità
Fede..... non far la stupidaggine di darla via.... non te lo dico per il valore dell'auto in se e per un eventuale futuro collezionistico.
Di Elefantino blu ce n'è un'infinità ma non fa nulla..... è il valore intrinseco dell'auto che conta! L'auto dei nonni è quella che più di tutte le altre merita rispetto e la storia che hai raccontato rappresenta un altro pezzo di storia della tua vita.
Sono sicuro che rimarrà in casa tua....... e complimenti!Icon_clapIcon_clap

[Immagine: bannermuttlyturbo.png]
Visita il sito web di questo utente Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
24-01-2012, 21:22
Messaggio: #4
RE: L'eredità
Ne...ma che vuoi di più? E' l'auto di tua nonna ed è praticamente nuova!! Direi che sei in una botte di ferro!!!!! Non star a sentire nessuno....mi par di sentire i parenti di mio suocero che, con lui morto ancora in casa, dissero che ormai alla prima occasione potevamo anche portare la sua Mini Mayfair del 1986 a demolizione!!!!!! Già...peccato che aveva appena 42 mila Km e mio suocero l'avrebbe cmq regalata a mia moglie! A queste parole saltai 2 metri sopra la sedia!!!! Inutile dire che dal 2008 è nel mio garage a far compagnia alle altre due....
Visita il sito web di questo utente Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
24-01-2012, 21:43
Messaggio: #5
RE: L'eredità
Delle persone care ci rimangono solo il ricordo e gli oggetti che lasciano. Penso che tua nonna sarà felicissima al pensiero che tu continuerai a prenderti cura della sua Y, sicuramente vale la pena di tenerla per il solo valore affettivo, e poi diciamola tutta: è in condizioni incredibili, di un bel colore, 1.2 8v che è il motore perfetto, delle ultime Elefantino blu con il servosterzo di serie e se ci vedo bene ha pure il clima. Non la vendere MAI. Icon_biggrin

[Immagine: file0244.jpg]
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
24-01-2012, 22:00
Messaggio: #6
RE: L'eredità
Quoto tutti!!! Non la vendere.. Io l'avevo già vista e già ero rimasto senza parole per le sue eccellenti condizioni. Fede tienila con te e non venderla.. So benissimo che sarebbe il quarto veicolo in tuo possesso però ha un valore affettivo come le altre del resto, però se la vendi con il tempo potresti pentirtene.. Icon_rolleyes
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
25-01-2012, 01:14
Messaggio: #7
RE: L'eredità
(24-01-2012 20:59)Muttly71 Ha scritto:  Fede..... non far la stupidaggine di darla via.... non te lo dico per il valore dell'auto in se e per un eventuale futuro collezionistico.
Di Elefantino blu ce n'è un'infinità ma non fa nulla..... è il valore intrinseco dell'auto che conta! L'auto dei nonni è quella che più di tutte le altre merita rispetto e la storia che hai raccontato rappresenta un altro pezzo di storia della tua vita.
Sono sicuro che rimarrà in casa tua....... e complimenti!Icon_clapIcon_clap

quotone in pieno

[Immagine: DLiHE.png]...la ips, na' mezza macchina!
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
25-01-2012, 01:51
Messaggio: #8
RE: L'eredità
continua a tener sta macchina o in caso contrario in meno di 10 anni potresti mangiarti le nocche delle mani Icon_doh2

A questo punto le intruse nel tuo garage sono le ford (sai che non mi piacciono, anche se dalla Ka non vorrai separartene mai) non le considero nemmeno all' altezza di condividere la storia, la carica innovativa ne tantomeno lo stesso garage.
Ma per afffetto si fa questo ed altro

ELEGANT, perchè A112 non è solo ABARTH
MISSONI, perchè Y10 fà moda...
LX la sigla che contraddistingue le grandi Lancia
VILLE, per chi non vuole cambiare MAIIIIII
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
26-01-2012, 10:53
Messaggio: #9
RE: L'eredità
Icon_eekIcon_eek
Respinge anche la polvere, molto bella!!Icon_biggrin
Anch'io ci penserei bene prima di venderla.
Un'auto di famiglia ha sempre "qualcosa" in più.
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
26-01-2012, 13:49
Messaggio: #10
RE: L'eredità
Federico, il mio consiglio: non venderla !! Ti chiedi se potrà mai avere una dignità da storica: certo che l'avrà, basta saper aspettare, al mondo bisogna avere pazienza... Attualmente hai 4 macchine: le storiche 500 F e Y10 Avenue beneficiano di premi e bolli ridotti, la Ford Ka la puoi usare come auto di tutti i giorni, mentre la Lancia Y di nonna Mariuccia potresti tenerla ferma: in questa maniera pagheresti solo la tassa di possesso e la valorizzerresti mantenendola ad una quota di percorrenza veramente molto bassa... dammi retta, tieni tutto, non vendere niente !! Senza contare che è anche un ricordo di famiglia.

ducaeste

[Immagine: bannerduca.png]
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
Rispondi 


Vai al forum:


Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)