BENVENUTI nell'area AUTOBIANCHI dedicata a scambio di informazioni e pareri
Itinerari nel veronese e zone limitrofe - Versione stampabile

+- BENVENUTI nell'area AUTOBIANCHI dedicata a scambio di informazioni e pareri (http://www.autobianchi.org/forum.autobianchi)
+-- Forum: A112 (/forumdisplay.php?fid=48)
+--- Forum: A112 Abarth stories (/forumdisplay.php?fid=50)
+--- Discussione: Itinerari nel veronese e zone limitrofe (/showthread.php?tid=861)

Pagine: 1 2


Itinerari nel veronese e zone limitrofe - Edoardo73 - 13-03-2014 16:05

Il 6 gennaio, prima uscita del 2014 con il mio 12, ho percorso circa 80 km, andando sul lago di Garda, partendo dalla Valpolicella, (zona conosciuta per vini rinomati, come Amarone e Recioto) e passando i paesi di Lazise, Bardolino, Garda e Torri.

[Immagine: 8nua.jpg] zona pedemontana con altitudine da circa 90 metri s.l.m. a circa 940m s.l.m. Valpolicella

[Immagine: 8yl7.jpg] percorso effettuato in auto

Il cielo era limpido senza una nuvola e le montagne che si affacciano sul lago avevano le cime innevate. Questa volta non mi sono limitato a percorrere un tragitto e tornare a casa, ma mi sono fermato circa un'oretta a Torri del Benaco.
Sul lago di Garda, il periodo migliore per andarci con l'auto è d'inverno fino a fine aprile, prima che inizi ad esserci troppo traffico dei vacanzieri, altrimenti si rischia di stare molto tempo in coda a passo d'uomo, e le nostre auto non gradiscono.

Alcune foto dei paesini del lago:

[Immagine: 8b8j.jpg] Lazise

[Immagine: bxyf.jpg] Bardolino

[Immagine: w67d.jpg] Garda

[Immagine: ojn9.jpg] Torri del Benaco

Questo è il mio 12, immatricolato il 04/05/1979 e da me acquistato in data 30/04/2013. Il primo proprietario l'ha tenuta fino al 1996 e io sono 5° proprietario. Fino al 2006 è sempre rimasta in Veneto, tranne una parentesi di circa 7 anni che il proprietario era residente in un'altra Regione.
L'unica cosa, visto che è targata Vicenza, è meglio che stia lontano dalla zona stadio, quando gioca il Verona, sapendo quanto si odiano le due tifoserie. Non c'è pericolo; il calcio è l'ultimo sport che mi interessa Icon_biggrin.

[Immagine: sj0j.jpg]

[Immagine: 1h71.jpg]


RE: Itinerari nel veronese - Lupacchietto - 14-03-2014 13:56

Belle gite che fai: tu guardi il panorama e la gente guarda te e la tua auto Icon_lol

parlaci del tuo bel 12, hai fatto lavoretti?


RE: Itinerari nel veronese - Edoardo73 - 14-03-2014 20:26

Il motivo per il quale ho scelto il 12 come auto d'epoca risale a quando ero un bambino della scuola materna/elementare.
Ho sempre avuto la passione per l'auto e preferivo sfogliare Quattroruote rispetto a qualsiasi altro giornalino adatto ad un bambino.
Il secondo motivo è il seguente: quando frequentavo la scuola materna/elementare che era lo stesso istituto, c'era un insegnante o il custode della scuola (non ricordo) che aveva avuto due/tre A112.
Mi ricordo però il colore Blu Lancia e non la versione Abarth, ma Elegant. Ricordo che ogni volta che compariva una nuova A112 andavo a vedere le differenze rispetto alla serie precedente. Quand'ero in procinto di prendere la patente B, sognavo a occhi aperti di possederne una con i primi soldi guadagnati.
Non l'ho comprata a 20 anni, ma sono dovuti passarne altrettanti per esaudire il sogno adolescenziale.
Il massimo della perfezione, (anche se non è di questo mondo) sarebbe stato il fatto di trovarne una del 1973, ma mi accontento di averne trovata una immatricolata entro la fine della decade degli anni '70

Dopo questo preambolo ritorniamo ai giorni nostri:
innanzitutto quest'anno compie 35 anni e per un'auto è un buon traguardo.
Si deve rifare solo un po' il trucco, visto che è conservata e non restaurata.
Anche al proprietario, arrivato agli anta stanno crescendo i primi capelli grigi e qualche acciacco di salute; soprattutto alla mattina appena alzato Icon_confused
Lavoretti, finora non ne ho fatti. L'unica cosa che ho dovuto sostituire due settimane dopo che l'ho comprata, è stata la batteria.
Il precedente proprietario me l'ha consegnata con la revisione fatta una settimana prima dell'acquisto. Cambio dell'olio, delle candele, e sistemato i freni.
Questa è stato il primo 12 che ho visionato e l'ho acquistato d'impulso. Una cosa che mi ha fatto decidere di comprarlo, è stato il fatto di vedere il tagliandino della assicurazione che aveva una particolarità. L'assicurazione scadeva il 29/12/2013, il giorno del mio 40° compleanno, e visto che volevo acquistarne una entro la fine del 2013, non ho pensato due volte a trovare l'accordo con il venditore.
Non ho dovuto fare tanta strada, perchè l'auto si trovava a meno di 15 km da dove abito.
In questi 11 mesi ho percorso circa 2100 km. Di solito le gite che faccio sono non meno di 70/80 km. Finora, per ben 2 volte ho percorso circa 320 km in giornata per andare dalla mia compagna che abita vicino a Cavalese, in Val di Fiemme, e un paio di volte 320 km percorsi in due giorni.
Finora non sono mai stato in autostrada, ma non la percorro neanche con l'auto moderna.
Non ha l'autoradio e per fortuna i pannelli porta non sono stati forati per inserire le casse audio, e non ho intenzione di montarla; al massimo nell'alloggiamento ne inserisco una d'epoca pure quella, che ho in casa, senza collegarla all'antenna.
Infatti, una delle prime cose che voglio fare è togliere l'antenna che c'è sul tetto che non mi piace. Metterne una più classica, oppure se possibile il coperchietto.
Peccato non avere la rivista Quattroruote antecedente al 1985 per vedere quante A112 erano state immatricolate in Italia e soprattutto nel 1979 quando lo è stata la mia.


RE: Itinerari nel veronese - Edoardo73 - 17-03-2014 16:25

Altro itinerario nel veronese che ho percorso sabato 8 marzo, è il seguente:

[Immagine: ei0l.jpg]

Val d'Adige partendo sempre dalla Valpolicella, circa 90 km su strade tortuose e scorrevoli, con montagne sia a sinistra che a destra. Si segue il fiume Adige. Soprannominata la Terra dei Forti, in quanto vi sono degli insediamenti di epoca Napoleonica e dove si è combattuta anche la prima guerra Mondiale.
Terra di vigneti e in provincia di Trento anche coltivazione di mele.

Descrizione dei vitigni

Bellezze da visitare:

1. Castello di Avio di Trento

Castello di Avio

2. Santuario Madonna della Corona

Santuario della Madonna della Corona

Ora di seguito allego alcune foto tratte da Street view della S.S 12 dell'Abetone e S.P. 11. La strada è scorrevole con saliscendi dove il limite è di 70 km/h. Se la si conosce bene si può impostare le curve solo decelerare senza usare troppo i freni. Durante il fine settimana, c'è poco traffico e nella bella stagione ci sono anche tanti motociclisti.



Direzione da Trento a Verona


RE: Itinerari nel veronese - Edoardo73 - 27-03-2014 21:40

Altro itinerario che mi piace percorrere dopo il periodo invernale è un anello di circa 50 km e in poco più di un'ora.
Si parte da circa 190 m s.l.m ai 940 m s.l.m di Sant'Anna D'Alfaedo (Vr)

Siamo in piena zona pedemontana della Valpolicella per arrivare sui monti Lessini. Questo percorso mi piace molto perchè innanzitutto è poco trafficato, soprattutto di sabato e domenica.
Siamo in piena zona della pietra della Lessinia, più comunemente chiamata Pietra di Prun oltre che produzione di vino (amarone e recioto)

Ovviamente è molto bello percorrere queste strade nelle giornate con il cielo terso e senza afa, e soffermarsi nei punti panoramici per vedere la pianura. Su queste strade mi divertivo anche con l'auto con la quale ho imparato a guidare che era l'Y10 fire; quindi non velleità corsaiole, ma dove il fatto di essere un'utilitaria si arrampicava bene nelle salite ed era agile nei tornanti, che sono ben 9 tra il paese di Fumane e la sua frazione Mazzurega

Link per vedere il dettaglio del percorso

A questo percorso sono particolarmente legato, perchè è stato uno delle prime guide che ho fatto con mio padre per esercitarmi con il foglio rosa, per insegnarmi ad affrontare i tornanti e le discese. Infatti mi piace moltissimo guidare su strade di montagna.

Ora un po' di promozione turistica del territorio veronese dove abito da poco più di 30 anni. Comuni attraversati da questo giro: Negrar (Vr), San Pietro in Cariano (Vr), Fumane (Vr) e Sant'Anna d'Alfaedo (Vr).


RE: Itinerari nel veronese - Brama1 - 27-03-2014 23:48

E si sono bei posti Edoardo anche io mi diverto a passeggiare tra le montagne sia con l auto che a piedi.
Spesso quando torno a casa in trentino prediligo fare la strada normale piuttosto che l autostrada, infatti con delle auto super potenti come le nostre, nel tratto di strada da Castelnuovo del Garda a Trento e tutta una goduria.


RE: Itinerari nel veronese e zone limitrofe - Edoardo73 - 18-08-2014 10:33

Anche per sabato 16 agosto le previsioni del tempo erano sbagliate. Avevano dato bel tempo con qualche sporadico rannuvolamento, invece per tutta la mattinata non ha fatto altro che piovere, e avevo deciso di usare la A112 per il fine settimana in Val di Fiemme.
Ero fiducioso nel miglioramento del tempo e attenuazione del temporale visto che la partenza era verso le 12.30
Anche a quell'ora continuava a piovere ma sapendo che nel pomeriggio in Val di Fiemme sarebbe stato bel tempo e senza pioggia anche la domenica, ho deciso di partire lo stesso con il 12, anche perché volevo fargli fare un giretto prima del raduno internazionale.
Finora l'auto l'ho usata solo quando c'era bel tempo e non sapevo se le spazzole del tergicristallo avessero bisogno di essere sostituite, e con mia grande sorpresa ho notato che puliscono bene. Dopo 5 minuti che sono partito ha smesso di piovere e per due giorni non ho travato più pioggia.
Quando vado in Val di Fiemme non faccio mai autostrada, e meno che meno nei mesi estivi per via del traffico, e ho fatto bene a fare la strada statale 12, in quanto non c'erano rallentamenti ed è più divertente e varia come percorso.
Arrivato a Trento ho deciso di percorrere la SP71 - Val di Cembra, che è meno trafficata e tortuosa rispetto alla SS48.
Dopo circa 150 km e dopo 2 ore e 30 circa sono arrivato a destinazione a Panchià.
Il giorno dopo, visto che era una stupenda giornata di sole e siamo andati a Bellamonte a fare una camminata ad Alpe Lusia.

Ski area Alpe Lusia - Moena - Bellamonte

Ritornati a Panchià tardo pomeriggio e dopo cena, verso le 20.30 sono ripartito per tornare a Verona, giungendovi verso le 23.15.
Niente traffico e tenendo un po' il deflettore lato guidatore aperto.
Sia all'andata che al ritorno ho percorso la stessa strada e ho macinato 358 km. L'auto e i passeggeri sono pronti per il raduno a Torino.


RE: Itinerari nel veronese e zone limitrofe - Laura - 18-08-2014 11:04

(18-08-2014 10:33)Edoardo73 Ha scritto:  Anche per sabato 16 agosto le previsioni del tempo erano sbagliate. Avevano dato bel tempo con qualche sporadico rannuvolamento, invece per tutta la mattinata non ha fatto altro che piovere, e avevo deciso di usare la A112 per il fine settimana in Val di Fiemme.
Ero fiducioso nel miglioramento del tempo e attenuazione del temporale visto che la partenza era verso le 12.30
Anche a quell'ora continuava a piovere ma sapendo che nel pomeriggio in Val di Fiemme sarebbe stato bel tempo e senza pioggia anche la domenica, ho deciso di partire lo stesso con il 12, anche perché volevo fargli fare un giretto prima del raduno internazionale.
Finora l'auto l'ho usata solo quando c'era bel tempo e non sapevo se le spazzole del tergicristallo avessero bisogno di essere sostituite, e con mia grande sorpresa ho notato che puliscono bene. Dopo 5 minuti che sono partito ha smesso di piovere e per due giorni non ho travato più pioggia.
Quando vado in Val di Fiemme non faccio mai autostrada, e meno che meno nei mesi estivi per via del traffico, e ho fatto bene a fare la strada statale 12, in quanto non c'erano rallentamenti ed è più divertente e varia come percorso.
Arrivato a Trento ho deciso di percorrere la SP71 - Val di Cembra, che è meno trafficata e tortuosa rispetto alla SS48.
Dopo circa 150 km e dopo 2 ore e 30 circa sono arrivato a destinazione a Panchià.
Il giorno dopo, visto che era una stupenda giornata di sole e siamo andati a Bellamonte a fare una camminata ad Alpe Lusia.

Ski area Alpe Lusia - Moena - Bellamonte

Ritornati a Panchià tardo pomeriggio e dopo cena, verso le 20.30 sono ripartito per tornare a Verona, giungendovi verso le 23.15.
Niente traffico e tenendo un po' il deflettore lato guidatore aperto.
Sia all'andata che al ritorno ho percorso la stessa strada e ho macinato 358 km. L'auto e i passeggeri sono pronti per il raduno a Torino.

Hai fatto bene col 12 fare la 12 Icon_lol Icon_rotfl

fà attenzione che non le succeda niente con sti giretti giringiro che devi portarla intonsa all'internazionale ed esporla alla Mostra di Padova, neh!


RE: Itinerari nel veronese e zone limitrofe - Edoardo73 - 21-08-2014 14:56

Si si, sto attento a fare questi giretti, e appena vedo uno dietro che alla guida è troppo sciolto e mi sta troppo sotto, appena possibile rallento e lo lascio superare, che è meglio averli davanti che dietro tali automobilisti. Loro vedono solo un auto vecchia che è pronta per la pressa.


RE: Itinerari nel veronese e zone limitrofe - Laura - 21-08-2014 17:11

(21-08-2014 14:56)Edoardo73 Ha scritto:  Si si, sto attento a fare questi giretti, e appena vedo uno dietro che alla guida è troppo sciolto e mi sta troppo sotto, appena possibile rallento e lo lascio superare, che è meglio averli davanti che dietro tali automobilisti. Loro vedono solo un auto vecchia che è pronta per la pressa.

Icon_lol Icon_lol Icon_rotfl Icon_rotfl