BENVENUTI nell'area AUTOBIANCHI dedicata a scambio di informazioni e pareri

Versione completa: A112 Elegant - 1976
Al momento stai visualizzando i contenuti in una versione ridotta. Visualizza la versione completa e formattata.
Vi voglio raccontare in breve storia della mia A112.

Qualche anno fa, mia nonna per il mio 25 compleanno mi ha regalato la sua A112 Elegant comprata nei primi giorni del 1977 e che da almeno una 15 di anni teneva ferma in un garage mentre prima veniva usata solo prevalentemente per andare alla casa al mare in giugno e ritornare a Roma a settembre.
Quindi la prima volta che la rividi aveva poco più di 12.000 km, pochissimi pensando agli anni che aveva.
Informandomi un pò su come poter fare per iscriverla all'asi, per farla diventare storica, mi sono imbattutto nel Registro Autobianchi, addirittura prima di iniziare la mia ricerca nemmeno ne immaginavo la sua esistenza. Fu così che parlai per la prima volta con Laura che mi diede un pò di consigli e linee guida per iscrivere la macchina al Registro e all'Asi.
Da quel momento il lontano marzo 2010 è stato un susseguirsi di piccoli lavoretti di riparazione e sistemazione, accompagnati da qualche raduni e, soprattutto tante gioie e soddisfazioni e perchè no anche pratiche e certificati.
L'ultimo atto, solo al momento, di tutta la mia storia con la mia rossa, 112 è troppo impersonale, mi piace di più rossa, è stata finalmente la tanto agognata omologazione asi alias la targa oro.
Vi racconto ora come è andato questo appuntamento che aspettavo da tempo e che mi faceva un pò timore.
Dopo un massacrante allenamento il venerdì sera concluso con buona pace dei vicini del palazzetto intorno alle 23,45 il sabato matttina alle 6.00 mi suona la sveglia per ricordarmi che anche se avevo sonno avevo un impegno importante che avrebbe definito se tutti i miei sforzi per la mia rossa sarebbero stati ripagati.
Dopo una bella doccia per svegliarmi e una buona colazione parto per Viterbo, all'arrivo trovo già parecchie macchine in attesa, dopo un pò arrivano i commisari che cordialmente salutano e dopo qualche minuto inizia la sessione di omologazione.
All'inizio chiamano una macchina per volta poi accortosi che la fila inizia ad essere non lunga ma molto di più iniziano a spulciare varie vetture insieme, e tutte le mie paure piano piano si affievoliscono.
Ad un certo punto un commissario, si avvicina alla mia macchina me la fa spostare e inizia con il libretto che mi ha fatto passare giorni interi a compilarlo a verificare la macchina, la gira sopra sotto, entra apre il motore e il porta bagagli e dopo qualche piccolo consiglio su come tenerla sempre in ottimo stato mi dice che posso andare; a quel punto rispondo se era tutto finito e mi dice: "si complimenti, mi raccomando tienila sempre così".
A quel punto felicissimo mi metto in fila, una interminabile fila, per uscire e tornare felice come una pasqua a casa a festeggiare.

Finalmente per la mia rossa si conclude un percorso fatto di foto libretti da compilare e, certificati unito a tante gioie e soddisfazioni che non pensavo mai che una macchina così anziana potesse dare.
Ringrazio di questo Marco e Laura per la pazienza che hanno avuto nei primi tempi quando telefonavo spesso e per le risposte sempre gentili e cortesi e anche il buon Dolci che con i suoi preziosi consigli e la sua pazienza nello starmi appresso in Maremma lo scorso anno mi ha aiutato a raggiungere questo obiettivo.
URL di riferimento