BENVENUTI nell'area AUTOBIANCHI dedicata a scambio di informazioni e pareri

Versione completa: l'americana
Al momento stai visualizzando i contenuti in una versione ridotta. Visualizza la versione completa e formattata.
eh sì, proprio l'americana! Quando le catene di montaggio sfornavano la Bianchina Trasformabile, un ricco...omissis, chiese a FIAT di poter realizzare una piccola cadillac di 3 mt sulla base della Trasformabile. l'ing Rapi, realizzò perciò la Cabriolet ma vista la bellezza dell'auto, entrò subito in produzione. E fu così che cercai per lungo e per largo una cabrio, assai quotata già allora, e rarissima. Gira che ti rigira la trovammo da restaurare, azzurro madonna con capote nera, in Piemonte: felicità!
ci furono costi x il restauro e più che altro trovare i pezzi, ma siamo fine anni '80, e non c'era tutta l'organizzazione autobianchesca che c'è oggi.
Io che adoro l'aria, e lo spirito che c'è andando in decapottabile, l'amo, e ricordo i film con Brigitte Bardot o Audrey Hepburn, o altre bellissime della Dolce Vita, che scorazzavano con foulard e occhiali. Una famosa rivista tedesca d'allora uscì con mega servizio: Bianchina cabrio und Cadillac, ed erano uguali! Un ricco giocattolo per pochi!
URL di riferimento