Questo forum utilizza cookies
Questo forum utilizza i cookies per immagazzinare informazioni sulla vostra registrazione. I Cookies sono piccoli documenti registrati sul vostro computer. Cookies su questo forum tengono traccia di alcune informazioni. Prego confermare se accettate o rifiutate queste condizioni di utilizzo.

Un Cookie sara registrato nel vostro browser. Non vi verra piu chiesta ulteriore conferma utilizzando il bottone riportato di seguito.

- Si prega di leggere il regolamento del forum del Registro Autobianchi.
- Per visualizzare i punteggi degli iscritti cliccare qui, oppure consultare il profilo individuale di ogni autore di discussioni.
NOTA: DOPO AVER FATTO IL LOGIN TOCCA CON IL MOUSE I LOGHI DELLE AUTOBIANCHI CHE VEDI IN ALTO: APPARIRANNO TUTTI I MESSAGGI DEL FORUM

Hello World!
This is a sample NewPoints plugin that displays this message on all pages. As you can see, it works just like MyBB plugins do.

Rispondi 
 
Valutazione discussione:
  • 2 voti - 3 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Guida sostituzione ammortizzatori posteriori
13-04-2012, 10:11
Messaggio: #1
Guida sostituzione ammortizzatori posteriori
Sperando di fare una cosa gradita a chi vuole cimentarsi con un po' di lavoretti sulla propria vettura, cercherò brevemente di illustrare la procedura per la sostituzione degli ammortizzatori posteriori nella A112.
Queste indicazioni valgono in linea generale per tutte le versioni della A112 ad esclusione dei primi esemplari che avevano il freno di stazionamento anteriore.
Attrezzatura occorrente:
Cric o ponte sollevatore per poter alzare le ruote posteriori della vettura, al limite si può anche usare il cric in dotazione.
Cavalletti o altri sistemi per sostenere stabilmente l'auto.
Chiavi fisse misura: 7,17,19.
Pinze

Una volta sollevata la vettura e smontato il cerchione vi troverete nella seguente situazione:
   
Per prima cosa dovrete scollegare il cavo del freno a mano, raddrizzare le estremita della copiglia che fissa l'occhiello del cavo all'asta di comando ed estarla. Troverete una rondella fine e tolta anche questa, potrete sfilare il perno che trattiene il cavo.
   
Comprimendo a mano la molla presente alla fine della guaina, riuscirete a far uscire il cavo dalla sua sede saldata sul corpo dell'ammortizzatore.
Inferiormente sono presenti due bulloni che trattengono l'ammortizzatore, vincolandolo rispettivamente al fuso e al braccio oscillante.
   
Dopo aver smotato i due bulloni inferiori, si riuscira ad estrarre il fuso, completo di tamburo, prevedere un sostegno per non far gravare il peso solamente sul tubo flessibile del freno.
Dopo aver liberato l'ammortizzatore dal braccio oscillante, non rimane che smontare il fissaggio superiore presente sul duomo.
Accedendo dal vano bagagli e ribaltando lo schienale del sedile posteriore, si noterà un tappo di plastica, fissato a pressione sul pannello che riveste il parafango interno. In alcuni modelli il pannello è in un pezzo unico e necessita del suo totale smontaggio.
Vi troverete un dado con un sottostante scodellino che fissano l'estremità dello stelo alla scocca.
   
Smontato anche l'ultimo dado. l'ammortizzatore si potrà estrarre.
Sull'attacco superiore sono presenti due gommini:
   
uno montato sullo stelo dell'ammortizzatore e uno che va posizionato sotto lo scodellino, solitamente si presentano screpolati o danneggiati dall'uso, sono facilmente reperibili in commercio e comuni a molti modelli contemporanei.
L'ammortizzatore smontato, completo di tutti i suoi componenti di fissaggio vi si presenterà così:
   
Una volta deciso se far rigenerare o sostituire l'ammortizzatore , non rimane che invertire le operazioni per eseguire il montaggio.
Ovviamente l'intervento deve riguardare entrambi gli ammortizzatori per non creare pericolosi scompensi.
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
13-04-2012, 15:46
Messaggio: #2
RE: Guida sostituzione ammortizzatori posteriori
Bravo Marco, guida utile e spiegata benissimoIcon_clap

Autobianchi è una firma Lancia
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
24-04-2012, 12:25
Messaggio: #3
RE: Guida sostituzione ammortizzatori posteriori
Prossimamente si interverrà sugli anteriori, decisamente più complessi per la presenza delle molle e del sistema di snodo superiore.
Ora dopo qualche chilometro di assestamento sono veramente soddisfatto dell'intervento, la vettura ha ritrovato una buona guidabilità, il posteriore segue fedelmente le scelte dell'anteriore.
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
03-03-2013, 16:02
Messaggio: #4
RE: Guida sostituzione ammortizzatori posteriori
Un paio di precisazioni:
1) La balestra, a meno di modifiche (fatte male) o utilizzo di ammortizzatori con steli troppo lunghi (forse ex 127?) esercita sempre una pressione sul braccio, anche con ruota completamente sollevata. Questo significa che prima di staccare qualunque cosa, è necessario liberare la balestra.
Per farlo si può usare ad esempio un crick a bottiglia per tenere in posizione il supporto della balestra mentre si svitano i due dadi (17mm) che lo fissano al braccetto.
2) Nella maggior parte dei casi i dadi sugli steli sono sufficientemente incancreniti da risultare difficili da svitare una volta che l'ammortizzatore è libero. Conviene quindi approfittare della pressione che la balestra esercita sull'ammortizzatore, svitandoli leggermente (non completamente, mi raccomando) magari con la pistola pneumatica, prima di liberare la balestra.
3) Il lungo bullone che fissa l'insieme ammortizzatore-braccetto-fusello ha la pessima caratteristica di arrugginirsi dentro il fusello, rimanendo talvolta solidale con lo stesso (ne ho già dovuti trapanare un paio). Anche se siete stati fortunati e l'avete estratto indenne, consiglio prima di rimontarlo di ungerlo per bene di grasso per evitare sorprese future.
4) Prima di rimontare tutto è bene controllare lo stato dei silent-block che spesso e volentieri sono completamente distrutti. In questo caso dovrebbero trovarsi ancora i braccetti nuovi completi.
5) Allo scopo di allungare la vita dei silent block sarebbe bene serrare il dado del bullone inferiore solo dopo aver alzato la ruota con un crick ad un'altezza che deve essere indicativamente quella dell'auto nelle normali condizioni di marcia.
P.S. a cosa serve la chiave da 7?
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
06-03-2013, 10:24
Messaggio: #5
RE: Guida sostituzione ammortizzatori posteriori
(03-03-2013 16:02)Pum882 Ha scritto:  Un paio di precisazioni:
1) La balestra, a meno di modifiche (fatte male) o utilizzo di ammortizzatori con steli troppo lunghi (forse ex 127?) esercita sempre una pressione sul braccio, anche con ruota completamente sollevata. Questo significa che prima di staccare qualunque cosa, è necessario liberare la balestra.
Per farlo si può usare ad esempio un crick a bottiglia per tenere in posizione il supporto della balestra mentre si svitano i due dadi (17mm) che lo fissano al braccetto.
2) Nella maggior parte dei casi i dadi sugli steli sono sufficientemente incancreniti da risultare difficili da svitare una volta che l'ammortizzatore è libero. Conviene quindi approfittare della pressione che la balestra esercita sull'ammortizzatore, svitandoli leggermente (non completamente, mi raccomando) magari con la pistola pneumatica, prima di liberare la balestra.
3) Il lungo bullone che fissa l'insieme ammortizzatore-braccetto-fusello ha la pessima caratteristica di arrugginirsi dentro il fusello, rimanendo talvolta solidale con lo stesso (ne ho già dovuti trapanare un paio). Anche se siete stati fortunati e l'avete estratto indenne, consiglio prima di rimontarlo di ungerlo per bene di grasso per evitare sorprese future.
4) Prima di rimontare tutto è bene controllare lo stato dei silent-block che spesso e volentieri sono completamente distrutti. In questo caso dovrebbero trovarsi ancora i braccetti nuovi completi.
5) Allo scopo di allungare la vita dei silent block sarebbe bene serrare il dado del bullone inferiore solo dopo aver alzato la ruota con un crick ad un'altezza che deve essere indicativamente quella dell'auto nelle normali condizioni di marcia.
P.S. a cosa serve la chiave da 7?
Ciao, concordo sull'uso del grasso sul lungo bullone inferiore, nel mio caso era in buone condizioni ma sul mio Abarth ho preferito sostituirlo, si trova nuovo di concorrenza senza difficoltà (attenzione alla classe di resistenza).
La chiave da 7 può servire per tenere lo stelo dell'ammortizzatore dopo aver allentato il dado, essendo autobloccante può opporre un minimo di resistenza e far girare anche lo stelo fino agli ultimi giri.
La pistola pneumatica è la soluzione più comoda ed è il sistema "professionale", anch'io la uso spesso ma molti amanti del fai da te non la possiedono e dovranno rimediare con le chivi fisse.
I bracci posteriori si trovano senza difficoltà di concorrenza, a volte capita qualche particolare originale rimanenza di magazzino ma attenzione all'invecchiamento delle parti in gomma.
Preciso che il braccio è unico, il destro ed il sinistro sono lo stesso particolare.
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
02-08-2015, 11:32
Messaggio: #6
RE: Guida sostituzione ammortizzatori posteriori
Buongiorno,
una domanda ho montato i paraspruzzi posteriori sulla mia elite nell'inverno usando le ruote chiodate e quando sono tornato alle ruote estive piu grandi ovviamente delle chiodate le gomme ad ogni sobbalzo toccavano le staffe dei paraspuzzi costringendomi a smontarli.Icon_doh1
Due consulenze meccaniche mi hanno dato due pareri diversi:
1. Ammortizzatori andati da cambiare
2. balestre appositamente piegate per creare assetto.
Entrambi i pareri dati senza toccare la vettura quindi dati solo con occhio esperto...
Chiedo a voi che questa piccolina la smontate molto più di me, siccome mi piacerebbe cimentarmi per quanto mi riesce nel fai da me come posso capire senza smontare tutto chi va sostituito, rigenerato o raddrizzato?
grazieBacio

MaxIcon_yikes
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
18-09-2015, 00:03
Messaggio: #7
RE: Guida sostituzione ammortizzatori posteriori
Sto per cimemtarmi nello.smontaggio degli ammortizzatori in previsione del lungo viaggio per desio.
Una volta.smontato come capisco se é sono da rigenarare? O meglio sostituirli direttamente?
Inoltre pum882 dice di controllare i silentblock come capisco l effettiva usura di questi?
Vi prego aiutatemi...

MaxIcon_yikes
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
18-09-2015, 12:20
Messaggio: #8
RE: Guida sostituzione ammortizzatori posteriori
(18-09-2015 00:03)max86 Ha scritto:  Sto per cimemtarmi nello.smontaggio degli ammortizzatori in previsione del lungo viaggio per desio.
Una volta.smontato come capisco se é sono da rigenarare? O meglio sostituirli direttamente?
Inoltre pum882 dice di controllare i silentblock come capisco l effettiva usura di questi?
Vi prego aiutatemi...

I sintomi che consigliano una rigenerazione o sostituzione (io preferisco la prima ipotesi per mantenere l'estetica originale dell'ammortizzatore) sono perdite di olio e scarsa resistenza alla compressione ed estensione. Rigenerandoli è anche possibile richiedere tarature differenti. I silentblock si esaminano prevalentemente visivamente, si capisce subito se la gomma è deteriorata o ha già ceduto. Esamina l'auto e ti farai già un'idea, è meno difficile di quanto pensi.
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
19-09-2015, 21:31
Messaggio: #9
RE: Guida sostituzione ammortizzatori posteriori
I sintomi che consigliano una rigenerazione o sostituzione (io preferisco la prima ipotesi per mantenere l'estetica originale dell'ammortizzatore) sono perdite di olio e scarsa resistenza alla compressione ed estensione. Rigenerandoli è anche possibile richiedere tarature differenti. I silentblock si esaminano prevalentemente visivamente, si capisce subito se la gomma è deteriorata o ha già ceduto. Esamina l'auto e ti farai già un'idea, è meno difficile di quanto pensi.

[/quote]

Grazie, domani smonto e cerco qualcuno che me li possa rigenerare. La scarsa resistenza a cui accenni vuol dire praticamente. Che una volta in mano si riesce a comprimere a braccia giusto?
Per la taratura mi consigli qualcosa di particolare?grazie

MaxIcon_yikes
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
Rispondi 


Discussioni correlate...
Discussione: Autore Risposte: Letto: Ultimo messaggio
  Guida sostituzione pompa acqua Dolci 5 2.388 22-06-2012 08:55
Ultimo messaggio: Dolci

Vai al forum:


Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)