Questo forum utilizza cookies
Questo forum utilizza i cookies per immagazzinare informazioni sulla vostra registrazione. I Cookies sono piccoli documenti registrati sul vostro computer. Cookies su questo forum tengono traccia di alcune informazioni. Prego confermare se accettate o rifiutate queste condizioni di utilizzo.

Un Cookie sara registrato nel vostro browser. Non vi verra piu chiesta ulteriore conferma utilizzando il bottone riportato di seguito.

- Si prega di leggere il regolamento del forum del Registro Autobianchi.
- Per visualizzare i punteggi degli iscritti cliccare qui, oppure consultare il profilo individuale di ogni autore di discussioni.
NOTA: DOPO AVER FATTO IL LOGIN TOCCA CON IL MOUSE I LOGHI DELLE AUTOBIANCHI CHE VEDI IN ALTO: APPARIRANNO TUTTI I MESSAGGI DEL FORUM

Hello World!
This is a sample NewPoints plugin that displays this message on all pages. As you can see, it works just like MyBB plugins do.

Rispondi 
 
Valutazione discussione:
  • 0 voti - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
normativa e burocrazia
12-03-2012, 21:57
Messaggio: #1
normativa e burocrazia
Buonasera,
mi chiamo Gianluigi vi racconta brevemente la mia vicenda personale della mia Bianchina ed ahime non e' ancora finita!!
Due anni fa' quando e' venuta a mancare una mia zia ho acquistato la piccola bianchina, ignaro di cio che stavo facendo ho ricevuto se cosi si puo definire un bidone!!
Andando a fare il passaggio di proprieta' del mezzo il di pendente aci mi diceva: Signore la sua macchina e' stata radiata d'ufficio, e da quel giorno in poi inizio il mio calvario con burocrazia e sicuramente anche tanta gente incompetente.
La prima cosa che ho fatto mi sono iscritto ad un club asi consegnando i documenti richiesti per poter ricevere il certificato di storicita' del mezzo e procedere alla reiscrizione al pra conservando le targhe originali.
Dopo quasi un anno di attesa ricevo il certificato di storicita' e mi son detto
" Giangi hai avuto un sacco di pazienza dai ci sei quasi!".
Parlando con colui che mi portava avanti le pratiche mi disse che vi voleva poco tempo per concludere il tutto e nel frattempo mi propone una buona polizza assicurativa che sottoscrivo prontamente perche' non vedevo l ora di tirarla fuori dal garage. Dal momento in cui ho sottoscritto la polizza (che secondo me visti i fatti che vi raccontero' succesivamente non mi doveva essere proposta) non ho potuto utilizare la macchina perche' non ero a posto con il collaudo dell' autovettura.
Allora decisi di andare dal mio solito renault center che effettua anche collaudi ed inserendo i dati nei data base la macchina non compariva da nessuna parte e mi dissero: nessun problema devi aspettare che ti venga fatto il passaggio di proprieta' per poter effettuare la rimeccanizzazione del mezzo stai tranquillo e' una pratica facile.
Mi sono assentato per piu di un mese peche spesso lavoro all ' estero tornando non passia nenache a prendere la mia ragazza ma mi fiondai direttamente all' agenzia per ritirare o pensavo di ritirare finalmente i documenti della mia piccola nulla da fare il tipo dell agenzia mi diceva che erano tempi di attesa normali, insomma mi montava su un sacco di storie.
Preso dall ' esaurirsi della mia pazienza gli diss
i che volevo tutti i miei documenti indietro perche non avevo piu voglia di perdere tempo con lui.
Cosi e' stato mi son ripreso tutti i documenti ed al momento sono in possesso dei seguenti:
-libretto originale di circolazione
-foglio complementare
-atto di vendita' tra privati in marca da bollo
-certififcato di sotiricita' del mezzo
-tessera asi regolare
A questo punto qualcuno mi potrebbe aiutare a capire qual'e' il passo successivo?
Lo chiedo in questo forum perche non vorrei incontrare nuovamente gente che mi faccia perdere tempo e soprattutto in questo modo, grazie ad un vostro consiglio potrei essere sicuro che la futura agenzia non mi prenda in giro facendomi fari rognose pratiche burocratiche che non servono o che vengono fatte perche si e' sempre fatto cosi.
La mia bianchina e' un cimelio di famiglia, utilizzata in vari eventi significativi: espatrio all estero dei miei nonni(svizzera), matrimoni di famiglia e sinceramente se c'e la faccio vorrei utilizzarla anche io per il mio matrimonio
In attesa di vostre informazioni vi porgo una buona serata e spero di non annoiarvi con la lettura di questo mio lunghissimo post
un saluto a tutti gli amanti delle mitiche, auto che hanno fatto la storia della nostra nazione e delle nostre famiglie
una buona serata Gianluigi


Allegati Anteprime
   
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
13-03-2012, 12:22
Messaggio: #2
RE: normativa e burocrazia
una cosa è sicura: ti sei rivolto a persone sbagliate, ignoranti e pressapochiste o quaquaraqua Icon_doh1

Icon_arrow ma perchè non ti sei rivolto subito a noi? Icon_wink

poi è senza dubbio più difficile rimediare alle ca..volate degli altri,Icon_eek che sistemare tutto per benino Icon_smile

il Presidente che è un giuridico, darà il suo parere, e cosa fare per districare la matassa Icon_biggrin
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
13-03-2012, 22:45
Messaggio: #3
RE: normativa e burocrazia
Purtroppo le macchine non sono il mio campo, ho incontrato per due volte gente che non sa fare il proprio lavoro!!
Speriamo che il presidente mi aiuti!
Mi dovrei sposare fra un paio di anni e vorrei farlo con la bianchina speriamo bene!
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
13-03-2012, 22:55
Messaggio: #4
RE: normativa e burocrazia
ma....ricordo che avevi già telefonato diverso tempo fà..............

poi non ho sentito + niente!
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
26-03-2012, 18:54
Messaggio: #5
Rainbow RE: normativa e burocrazia
(12-03-2012 21:57)gianluigi Ha scritto:  Andando a fare il passaggio di proprieta' del mezzo il dipendente aci mi diceva: Signore la sua macchina e' stata radiata d'ufficio....

Icon_arrow In caso di veicolo cancellato d'ufficio presso il PRA il cui proprietario possedeva targhe e documenti, fino all'entrata in vigore della nuova normativa tramite la circolare del Ministero dei Trasporti del 2010 la prassi era esattamente quella che hai indicato, cioè si presentava l'attestato di storicità e si chiedeva la "reiscrizione" del veicolo, pagando alcuni bolli arretrati. In questo modo il veicolo veniva reiscritto e tutto andava a posto.
Probabilmente sei capitato nel periodo di cambiamento, molti non erano informati e ti hanno fatto fare la pratica ancora con la vecchia prassi (non era comunque facile in quel periodo essere informati...).
In pratica, come abbiamo anche scritto in altre parti del forum, per reiscrivere un veicolo cancellato d'ufficio oggi l'attestato di storicità e datazione non è più il documento valido, occorre invece il CRS (certificato di rilevanza storica e collezionistica). Ottenuto il CRS si può andare al PRA e ottenere la reiscrizione, senza particolari difficoltà.
Abbi quindi fiducia, rivolgiti al tuo club ASI e fai la domanda per quel documento. Se non dovessi riuscire o se preferisci, la pratica la può fare e seguire il Registro Autobianchi, devi però aver appoggiato presso di noi la tua tessera ASI. QUalora tu fossi per quest'anno socio ASI con un altro club ti possiamo dare tutta la consulenza, qualora tu voglia comunque associarti al Registro: a tutti i soci diamo sempre tutto il supporto che è nelle nostre possibilità e capacità.
Non abbandonare adesso, perchè le Bianchine sono preziose!!!! Icon_razz
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
29-03-2012, 18:01
Messaggio: #6
RE: normativa e burocrazia
Salve,
la scorsa settimana mi sono preso due giorni di ferie dal lavoro e sono andato all'ufficio ACI provinciale, dove tra vari rimbalzi da scrivania a scrivania siamo riusciti a perfezionare la pratica nel seguente modo:
3 bolli maggiorati del 50 per cento anni 2009 2010 2011
certificato di storicita' del mezzo
e tutti i documenti neccessari per il passaggio di proprieta'
Mi hanno detto che il tutto sara' pronto per il 10 aprile perchè la pratica deve esssere sbloccata dall' ente centrale.
In tutto questo riesco a conservare i documenti originali della macchina e mi sono arrabbiato con alcuni dipendenti perche' non ne avevano cura (per staccare il foglio complementare invece di togliere i punti con l'apposita pinza han pensato bene di tirare provocando 4 fori )
Il passo succesivo sara' la motorizzazione per reinserire la macchina nei loro data base, altrimenti non riesco a fare il collaudo: qualcuno di voi ha mai fatto qualcosa di simile?
Grazie
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
25-06-2012, 15:07
Messaggio: #7
Rainbow RE: normativa e burocrazia
(29-03-2012 18:01)gianluigi Ha scritto:  Il passo succesivo sara' la motorizzazione per reinserire la macchina nei loro data base, altrimenti non riesco a fare il collaudo: qualcuno di voi ha mai fatto qualcosa di simile?

Icon_arrow a quanto ho capito io il problema è in questi termini:
La Motorizzazione possiede oviamente tutti i dati relativi ai veicoli registrati, ma solo quelli immatricolati all'incirca dopo il 1960 sono stati inseriti nel sistema informatico in maniera completa.
Le immatricolazioni precedenti (si riconoscono perchè i libretti di circolazione erano scritti a mano) sono state inserite in maniera più sintetica, mancano cioè alcuni dati nel sistema informatico.
Poichè tutte le officine abilitate a fare le revisioni periodiche, diversamente da prima, adesso devono necessariamente fare le operazioni utilizzando solamente i dati presenti nel sistema informatico della motorizzazione, non essendoci tutti i dati per le vetture più anziane ( e si arriva anche al '67-'68), hanno stabilito che, ogni volta che giunga una richiesta da parte di un utente, loro provvedono a inserire nel sistema i dati, ma solo di quello specifico veicolo. Per tutti gli altri veicoli si risparmia lo sforzo di inseriremento e viaaaa....
D'altra parte, alla motorizzazione hanno forse un mucchio di lavoro da fare... Icon_eek tempo fa mi sono informato per fare la revisione al mio carrello del 2005 e mi hanno detto che stanno esaminando solo quelli la cui ultima revisione è avvenuta nel 1999 (13 anni fa...).
La cosa mi ha un po' incuriosito, girando per il complesso ho visto il triste spettacolo con tutte le piste di collaudo vuote in quanto erano ormai le 12,30 e l'orario per fare le revisioni è solo dalle 8,30 alle 12,30 MA SOLO tre volte alla settimana. Risultato: 12 ore alla settimana, piste costose (pagate dai contribuenti) quasi sempre inutilizzate nell'arco settimanale e tantissimi rimorchi che circolano indisturbati con revisioni di 13 anni prima...
Ma poi mi sono ancora chiesto: chissà quale orario fanno i dipendenti della motorizzazione che restano aperti al pubblico solo 12 ore alla settimana....

E nelle altre ore? di che cosa si occupano? saranno pieni di lavoro? Eppure non dedicano il loro tempo ad inserire i dati a sistema della vetture mancanti di cui si diceva prima....bah... Icon_shocked
Come trascorreranno il loro tempo? Icon_sleepy
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
Rispondi 


Vai al forum:


Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)