Questo forum utilizza cookies
Questo forum utilizza i cookies per immagazzinare informazioni sulla vostra registrazione. I Cookies sono piccoli documenti registrati sul vostro computer. Cookies su questo forum tengono traccia di alcune informazioni. Prego confermare se accettate o rifiutate queste condizioni di utilizzo.

Un Cookie sara registrato nel vostro browser. Non vi verra piu chiesta ulteriore conferma utilizzando il bottone riportato di seguito.

- Si prega di leggere il regolamento del forum del Registro Autobianchi.
- Per visualizzare i punteggi degli iscritti cliccare qui, oppure consultare il profilo individuale di ogni autore di discussioni.
NOTA: DOPO AVER FATTO IL LOGIN TOCCA CON IL MOUSE I LOGHI DELLE AUTOBIANCHI CHE VEDI IN ALTO: APPARIRANNO TUTTI I MESSAGGI DEL FORUM

Hello World!
This is a sample NewPoints plugin that displays this message on all pages. As you can see, it works just like MyBB plugins do.

Rispondi 
 
Valutazione discussione:
  • 0 voti - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
L'invasione delle Y10
26-12-2011, 19:20
Messaggio: #1
L'invasione delle Y10
Erano gli anni Ottanta: mia mamma, da poco laureata, insegnava latino al liceo.
Una sua collega di musica nonché carissima amica, aveva comprato una Fila bianca, appena presentata, suscitando l'invidia delle colleghe, prima fra tutte mamma, che ne era innamorata (della Fila ehIcon_lol).
Poco tempo dopo un'altra sua collega si comprò l'Y10, stavolta una elegante Missoni... e anche lì, mia mamma con le bacinelle per raccogliere Icon_sbavIcon_sbav le bave perse al passaggio delle scintillanti Autobianchi. Poi ancora, la prof. di matematica una Fire, insomma, tutti compravano soltanto più Y10!
Finalmente anche mia mamma acquistò l'Y10, una bella fire blu petrolio, e a ruota un suo collega prese una GT i.e. color canna di fucile.
Gli studenti e le studentesse neopatentati desideravano per i 18 anni e la patente un'Y10, e nel parcheggio davanti alla scuola sembrava di trovarsi nel piazzale di un autosalone Lancia-AutobianchiIcon_lol
Solo la preside teneva duro, con la sua 124 ormai obsoleta e un po' marciotta, fermamente contraria all'Y10:"Sembra un carro funebre!" Icon_eek
Così fermamente convinta che un bel giorno mamma andò a prendere la sua ipsilon per tornare a casa e... inserita la chiave nella toppa... non girava...Icon_shocked
Era identica alla sua, ma non era la sua: anche la vecchia cornacchia non aveva più resistito e s'era comprata l'Y10Icon_spocht2

Autobianchi è una firma Lancia
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
26-12-2011, 20:51
Messaggio: #2
RE: L'invasione delle Y10
Ah che bel racconto!!!
In poche righe ci sono tutti i modelli della mitica y10!
Se potessi ne comprerei una x ogni modello (Fila, Missoni, GT, Turbo, Martini, Avenue, Ego, Mia, Lx, etc etc)
Sembra la storia di un film e invece no...è tutto vero!
Mi sarebbe proprio piaciuto vederlo quel piazzale pieno di "belle presenze"!!!
Spero di vederne tante il 7 e 8 luglio a San Benedetto! (visto che abito a Macerata sarebbe un sacrilegio non partecipare!!!)

A presto!!!
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
27-12-2011, 13:56
Messaggio: #3
RE: L'invasione delle Y10
Ahah che storia curiosa, non a caso si diceva " l'auto che piace alla gente che piace " ! Fmp0077
Anch'io mi ricordo, quando ancora ero piccolo, una marea di Y10. Quando l'aveva mia zia, c'erano anche due Fire rosse e una Mia lì dove abitava coi miei nonni, poi la mamma di un mio compagno di scuola con la Fire base "canapa" e la mia insegnante di catechismo con la Fire base "tovaglia". Icon_clap

[Immagine: file0244.jpg]
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
27-12-2011, 22:30
Messaggio: #4
RE: L'invasione delle Y10
Da me le cose sono andate diversamente:
preciso che abito in una zona molto periferica dove c'era e c' è tuttora gente conservatrice e bigotta.
Le y10 non si vedevano così spesso in paese perchè veniva considerata troppo cara ma sopratutto dallo stile troppo audace da queste persone. aggiungo che non c'era un concessionario autobianchi nelle vicinanze ma una officina autorizzata dove lo spazio espositivo era occupato quasi sempre dalla Delta del titolare.
inizialmente di prime serie non se ne vedevano proprio, di seconde qualcuna, e quando allora è arrivata la terza serie, alla fine della commercializzazione, e il contemporaneo aumento demografico del paese, sembrava allora di fare a gara a chi la prendeva per primo. ( pochi quelli che le prendevano di seconda mano)
la moda y10 arrivò tardi e scomparì molto velocemente con l' arrivo dei primi ecoincentivi ( 1999 ). Icon_shocked
le versioni più presenti della 2°serie erano qualche fire base, no lx, no avenue, no serie speciali quali fila missoni... no 4wd ( siamo in pianura). Molte, ma molte 3°serie 1.1 i.e., junior quasi tutte bianche, 2 igloo entrambe rosso windsor 1 elite 1.3.
Completamente assenti le turbo, le gt e le prime serie. i giovani preferivano renault 5 gti e peugeot 205 gti

purtroppo se ne sono accorti tardi, e aimè se ne sono disfatti molto presto.
Si dovrebbe fare degli studi sociologici:
gli uomini la snobbavano a prescindere, mentre le donne che negli anni 90 avevano fra i 30 e i 40 anni apprezzavano la terza serie e sopratutto le versioni entry level.
di accessori neanche a parlarne: no cerchi in lega, no metalizzato, no tettuccio apribile.
Forse sarà gente che bada più al sodo che alla moda, per quello venivano apprezzate le panda e le uno.

ELEGANT, perchè A112 non è solo ABARTH
MISSONI, perchè Y10 fà moda...
LX la sigla che contraddistingue le grandi Lancia
VILLE, per chi non vuole cambiare MAIIIIII
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
28-12-2011, 15:14
Messaggio: #5
RE: L'invasione delle Y10
La provincia di Ferrara è da sempre la meno ricca dell'Emilia-Romagna; qui le auto vengono fatte durare parecchio, e, se non ci fossero stati gli ecoincentivi e i pesanti blocchi alla circolazione dei mezzi non catalizzati, in città circolerebbero ancora frotte di Y10. La presenza di Y10 in città ha fotocopiato l'evoluzione di mercato del modello a livello nazionale: una partenza difficile, complice prezzi elevati; solo a partire dall'87 si poteva notare una certa diffusione della prima serie: a fine prima serie si contavano soprattutto fire base, missoni, fila bianche e qualche LX... mentre del tutto assenti erano le versioni touring, turbo e 4WD. La seconda serie è stata un successone, così come anche la terza serie, sempre con una predilezione per le versioni di basso prezzo ma con una ottima presenza di versioni LX; gli optionals più gettonati, inutile dirlo, il tettuccio apribile ed i cerchi in lega. Fino a tre/quattro anni fa, proprio per i blocchi dei non catalizzati, in città si potevano incrociare soltanto seconde e terze serie; da un paio di anni i blocchi dal lunedì al venerdì interessano anche le euro 1 per cui sono sparite anche le seconde serie, adesso è rimasta solo qualche rara terza serie. Purtroppo è un grosso sacrificio lasciare in garage una vettura per tutta una settimana e poterla usare soltanto nei week-ends, lo possono fare soltanto coloro che per andare a lavorare o per l'uso quotidiano hanno almeno un'altra macchina a disposizione e gli interessati al mondo delle auto storiche... con vista lunga !!

ducaeste

[Immagine: bannerduca.png]
Trova tutti i messaggi di questo utente
Cita questo messaggio nella tua risposta
Rispondi 


Vai al forum:


Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)